Notizie

DECALIA lancia il primo fondo azionario dedicato all’economia circolare

DECALIA Asset Management prosegue il suo percorso innovativo con il lancio di DECALIA Circular Economy, il primo fondo di investimento azionario dedicato all’economia circolare. Con questa nuova strategia, DECALIA dà seguito al progetto iniziato con i fondi DECALIA Millennials e DECALIA Silver Generation e si posiziona quale ideatrice di fondi specialistici incentrati sulle nuove tendenze di consumo.

Dall’approccio lineare all’economia circolare

In natura, la materia circola e si trasforma seguendo un ciclo circolare che può ripetersi illimitatamente. Al contrario, la nostra civiltà funziona secondo il modello lineare nel quale si attinge da scorte limitate di materie prime e di energia per produrre beni e servizi che sono successivamente scartati, producendo rifiuti spesso tossici, con uno spreco sfrenato di risorse. Questo modello ovviamente non è sostenibile a lungo termine.

L’economia circolare permette di superare questo scoglio grazie allo sviluppo di prodotti pensati per essere scomposti e riciclati dopo l’uso, privilegiando la locazione e il diritto d’uso rispetto alla proprietà e promuovendo l’uso di energie rinnovabili. Nato una decina d’anni fa, questo movimento ha ormai raggiunto il grande pubblico ed è destinato a imporsi come tendenza di primaria importanza nei prossimi decenni. Presenta numerosi vantaggi in termini di impatto ambientale, risparmio delle risorse, riduzione dei costi e crescita economica (aumento del PIL del 7% nel 2030). Questo radicale cambiamento del nostro modello economico e culturale favorirà l’emergere di nuovi modelli di business e creerà importanti opportunità per le aziende che sapranno coglierne le grandi potenzialità.

Una strategia di investimento specifica

Il team di investimento DECALIA si è impegnato per oltre un anno per sviluppare una strategia adatta a questa tematica. Sono stati definiti 8 settori specifici: l’economia della condivisione e della funzionalità, la prevenzione e la diagnostica, la nutrizione, le energie rinnovabili e le reti intelligenti, il trattamento e il riciclaggio dei rifiuti, la gestione delle risorse idriche, i materiali industriali “verdi” e intelligenti e Industria 4.0. L’universo di investimento comprende circa 580 aziende a livello mondiale, di cui 215 con sede negli Stati Uniti, 165 in Europa, 90 in Giappone e 110 nel resto del mondo. Con una gestione marcatamente attiva, (active share stimata al 93%), il fondo DECALIA Circular Economy comprenderà circa 70 posizioni di cui 25 basate su forti convinzioni. Ponendo l’accento sulle società “pure plays”, il fondo sarà prevalentemente orientato alle capitalizzazioni minori. La gestione sarà affidata all’equipe di Clément Maclou, responsabile delle strategie incentrate sulle tendenze di consumo. Il fondo, comparto della SICAV UCITS lussemburghese DECALIA, è attualmente riservato agli investitori qualificati, ma sarà presto registrato in Svizzera e in molti paesi europei.

Dopo mesi di lavoro, il nostro team di analisti ha sviluppato una strategia che promette ottimi risultati. Con una performance del 74.9% tra febbraio 2015 e aprile 2018, a fronte del 29.4% dell’indice MSCI World, questo universo di investimento ha realizzato una notevole sovraperformance, a conferma del potenziale di questa tematica“ ha commentato Rodolfo De Benedetti, Partner e responsabile dello sviluppo delle strategie prodotti di DECALIA.

Il nuovo fondo dedicato all’economia circolare va a integrare le strategie incentrate sui Millennials e la Silver Generation, evidenziando il nostro forte interesse per le nuove tendenze di consumo. E’ in atto di un cambiamento di paradigma che è destinato a ripercuotersi durevolmente sull’economia mondiale” ha dichiarato Xavier Guillon, Partner e responsabile dei fondi DECALIA.

Il processo di investimento si basa sull’approccio collaudato che abbiamo sviluppato per le strategie Millennials e Silver Generation e si adatta perfettamente alla problematica specifica dell’economia circolare” ha dichiarato Clément Maclou, responsabile delle strategie dedicate alle tendenze di consumo.

Comunicato stampa